Leos Two Lugano U17: Recap

Nel weekend del 9 e 10 Settembre si è tenuto a Lugano, Svizzera, il quadrangolare Leos Two U17, che ha visto la partecipazione di tre squadre italiane: Varese Academy, BluOrobica Bergamo e Blu Basket Treviglio; ospitate dai Lugano Tigers. Varese si è aggiudicata il torneo in memoria di Davide Leonelli con tre vittorie in altrettante partite, secondo posto per Treviglio, poi Lugano e come fanalino di coda Bergamo. Di seguito la lista dei dieci migliori prospetti del torneo:

RONNY EWANKE (Varese Academy | AG | 2008 | #2)

Fresco di quintetto ideale alle Finali Nazionali U15 e di vittoria dello Scudetto, con 22.7 punti di media a Lugano, l’ala camerunense si riconferma assoluto dominatore contro i pari età. Atleticamente e fisicamente molto sopra alla media, ha dimostrato di poter concludere vicino al ferro con estrema facilità. La maggior parte dei suoi punti vengono dal post basso con conclusioni di forza, ma ha mostrato anche abilità nei tiri in allontanamento. Con Bottelli è una coppia di pick and roll infermabile, i suoi roll vengono ben serviti e lui non ha problemi a concludere al ferro. In difesa la sua altezza e il suo fisico sono un’awareness importante ed è bravo a stoppare tutti i tiri dentro l’area. A volte sembra disimpegnato quando non viene coinvolto, ma quando entra in azione, il suo impatto è evidente. Sarà interessante vederlo con giocatori della sua taglia. Da sottolineare la schiacciata per chiudere un alley-oop che è stata sicuramente la giocata del torneo.

STEFANO REALINI (Varese Academy | PG | 2008 | #47)

Playmaker veloce con una buona visione di gioco. Ha mostrato una certa precisione nel tiro da tre punti sul pick and roll quando la difesa fa under. La maggior parte dei suoi tiri vengono creati dal palleggio. Ha giocato un ruolo importante come terzo violino di Varese, gestendo i possessi quando Bottelli ed Ewanke erano a riposo. Tuttavia, ha bisogno di lavorare sul suo fisico.

FEDERICO BOTTELLI (Varese Academy | PG | 2008 | #30)

Nominato MVP della manifestazione con una media di 20.3 punti a partita, Bottelli ha dimostrato di essere un ottimo giocatore di pick and roll con letture corrette che puniscono la difesa. È particolarmente bravo a servire Ewanke sul roll con entrambe le mani. Guardia fisica che conclude al ferro con potenza e, assorbendo il contatto, riesce a mantenere alta l’intensità sugli esterni avversari anche in difesa. Sarà interessante valutarlo contro squadre che cercano di limitare la sua penetrazione come prima opzione.

GIONA COTI ZELATI (Blu Basket Treviglio | AG | 2007 | #44)

Ala grande con un buon fisico che ama giocare fuori dall’arco, ha un ottimo tiro, confermato anche dalla buona prestazione alla gara del tiro da tre punti, in cui era l’unico lungo partecipante. Ha dimostrato anche buoni movimenti in post basso e in penetrazione, dove, con finte e buon movimento di piedi, è riuscito a mettere fuori controllo il difensore per poi concludere al ferro. Autore di 19 punti di media, si è fatto sentire anche a rimbalzo dove la sua presenza è stata notevole.

ALESSANDRO DACCO’ (Blu Basket Treviglio | PG | 2007 | #12)

Ottimo slasher atletico. La maggior parte delle volte ha concluso con la sua mano sinistra. Si è messo in luce per l’intensità proposta su entrambi i lati del campo. Attacca cercando sempre il contatto ed è bravo anche a concludere in transizione. Ha mantenuto 16 punti di media giocando una partita in meno. Sarà interessante vedere se riuscirà ad ampliare il suo bagaglio anche con altri tipi di soluzioni.

FEDERICO GRAZIOLI (Blu Basket Treviglio | G | 2007 | #14)

Grazioli è un giocatore fisico che si distingue per le conclusioni di potenza. Mostra una buona tecnica di tiro su scarico. Contro Lugano ha messo una tripla importante in transizione che ha ammazzato la partita.

STEFANO GERBASIO (BluOrobica Bergamo | AG | 2007 | #17)

E’ un giocatore fisico che fa dell’abilità nel prendere rimbalzi e correre in transizione il suo punto di forza. Ha mostrato una buona solidità nelle penetrazioni e una discreta tecnica di tiro. Ha messo a referto 10.3 punti di media.

NICHOLAS BELOTTI (BluOrobica Bergamo | G | 2008 | #61)

Belotti si è distinto come tiratore puro, prediligendo tiri in catch and shoot. Tuttavia, con meno costanza, ha dimostrato di poter segnare anche in altre situazioni. I 10.7 punti di media a Lugano riflettono la sua capacità di contribuire in attacco.

DOMINIQUE FUMAGALLI (BluOrobica Bergamo | PG | 2008 | #58)

Si distingue per avere un atletismo sopra la media. Ha mostrato buone abilità come slasher, preferendo attaccare con la mano destra. È un giocatore molto attento in entrambi i lati del campo, ma talvolta può essere precipitoso nelle decisioni. La sua versatilità gli consente di giocare in più ruoli, anche se mostra ancora alcune lacune per quanto riguarda il playmaking.

MATTEO ZANA (BluOrobica Bergamo | PG | 2008 | #1)

Si è presentato come un playmaker abile nel controllo della palla e molto veloce. È in grado di condurre l’attacco distribuendo assist. Con i suoi 10.7 punti di media ha contribuito in modo sostanzioso all’attacco della squadra bergamasca. La maggior parte delle sue conclusioni sono arrivate dall’1vs1 con il palleggio con il quale è riuscito a mettere fuori equilibrio il difensore per poi concludere al ferro o con palleggio arresto e tiro. Non si è visto come tiratore da tre punti.

Oltre alle squadre italiane, due giocatori della squadra di casa si sono messi in luce:

MATTEO CENCIONI (Lugano Tigers | G | 2007 | #2)

ADAM BAGNOLI (Lugano Tigers | PG | 2007 | #8)

I due giocatori elvetici hanno dimostrato di essere di altissimo livello. Sono due esterni con molteplici soluzioni offensive che hanno trainato l’attacco dei Lugano Tigers con rispettivamente 17.7 e 23.7 punti di media. Già molto conosciuti in patria, sono sicuramente da tenere d’occhio per uno sviluppo futuro.

Total
0
Shares
Previous Post

Trofeo Madonna del Ponte U15: Recap

Next Post

Trasferimenti 2024

Related Posts